Il nostro sito impiega cookies in conformità della normativa Cookie Policy

"Gelati che nascono dalla nostra terra."

 

 

 

Il ciclo produttivo attuato in Soffici Bontà ha inizio con l’accurata scelta delle materie prime. Tutti gli ingredienti delle nostre miscele devono soddisfare requisiti di freschezza, qualità e sicurezza.

L’approvvigionamento avviene attraverso un’accurata selezione dei fornitori e dei produttori effettuata da personale altamente qualificato. Ove possibile, Soffici Bontà predilige l’utilizzo di materie prime locali, sottoposte ad attività di monitoraggio lungo tutta la filiera. Ogni singolo ingrediente dei nostri prodotti, qualsiasi sia la sua origine, prima di essere immesso nel ciclo produttivo viene sottoposto ad analisi di conformità effettuate all'interno del nostro laboratorio.

Particolare che ci distingue è l'impiego di latte fresco proveniente al 100% da stalle locali. Per meglio equilibrare il prodotto finale in modo naturale, evitando di inserire altra materia grassa di tipo vegetale o animale, preferiamo utilizzare latte crudo che viene pastorizzato ed omogeneizzato direttamente nei nostri impianti.

Il nostro stabilimento è dotato di un avanzato sistema di sanificazione CIP (Cleaning In Place), che effettua la pulizia e la disinfezione automatica delle parti interne di apparecchiature, recipienti, serbatoi, tubazioni mediante pompaggio di idonee soluzioni detergenti e disinfettanti che distruggono anche i microorganismi non visibili ad occhio nudo.

La gestione dei nostri impianti avviene attraverso un uso sostenibile delle risorse naturali, delle materie prime e delle energie: proprio per questo motivo utilizziamo solo acqua potabile proveniente dai nostri pozzi ed energia pulita prodotta dai nostro impianto fotovoltaico. In questo modo, e grazie anche all’eliminazione degli sprechi e alla corretta gestione dei rifiuti, riduciamo il nostro impatto sull’ambiente.

 

LE FASI DI PRODUZIONE

Miscelazione

Una volta dosati e bilanciati gli ingredienti, è possibile procedere con la loro miscelazione, il cui scopo risiede in una distribuzione uniforme delle materie prime.

Omogeneizzazione

Prima di entrare nel pastorizzatore la miscela viene uniformata per fare in modo che le sostanze grasse presenti nel composto vengano frantumate ed amalgamate, così da renderla omogenea. Questa fase del processo, non presente nelle tradizionali produzioni di gelateria, permette di ottenere una miscela completamente uniforme dalla quale deriva una regolare e più diffusa cremosità.

Pastorizzazione e raffreddamento

La fase di pastorizzazione è un processo termico che abbatte la carica batterica causa delle alterazioni del prodotto, lasciando immutate le caratteristiche organolettiche. Il processo consiste nel riscaldamento della miscela fino ad 85°C e nel successivo immediato raffreddamento a 4°C. I più diffusi pastorizzatori per tale processo richiedono circa 2 ore di tempo esponendo il prodotto a rischi di attacchi batterici. Nel nostro impianto l’intero processo ha una durata inferiore ai 2 minuti ed il passaggio delle miscele da una fase all’altra avviene sempre all’interno di circuiti chiusi in acciaio inox senza alcuna possibilità di contaminazione esterna, garantendo affidabilità e sicurezza per la salute dei nostri consumatori.

Maturazione

Una volta terminate le fasi di omogeneizzazione e pastorizzazione, la miscela viene messa a maturare. Senza farci condizionare dai ritmi frenetici dell’industria moderna, scegliamo di dedicare un meritato riposo alle nostre miscele, che vengono lasciate a maturare in tini a temperatura controllata per un minimo di 10/12 ore ciascuna. Questa fase, fondamentale per ridurre la formazione dei micro-cristalli di ghiaccio nella successiva lavorazione, permette alle sostanze solide presenti nella miscela di idratarsi perfettamente. Al termine di questo processo la ricetta avrà raggiunto un perfetto equilibrio tale per cui la massa avrà un aspetto più denso, cremoso e omogeneo.

Mantecazione

In questa fase si assiste alla trasformazione della miscela, che passa dallo stato liquido allo stato solido diventando un composto amalgamato e cremoso. Attraverso freezer a controllo elettronico dotati di PLC, riusciamo a personalizzare ogni singola ricetta in funzione di tutta una serie di parametri tra i quali l’overrun (quantità di aria inglobata dalla miscela), fondamentale per la buona riuscita di un buon gelato in quanto da esso dipendono consistenza, morbidezza, aspetto e qualità.

Confezionamento

La riempitrice automatica rotativa, con una capacità di 3500 pezzi/ora, grazie alle sue 10 stazioni di dosaggio, prevede la possibilità di personalizzare e decorare il prodotto finito in coppe di diversi formati. L’intero processo di confezionamento è gestito da un software che permette, attraverso il monitoraggio delle funzioni, di annullare costi energetici e fermi di produzione.

Conservazione

Il prodotto finito confezionato viene stoccato in apposite celle alla temperatura di -20°C, dove viene conservato, senza interrompere la catena del freddo, il tempo necessario per evitare di comprometterne qualità e sicurezza.